Il Castelletto. Riqualificazione energetica, in fase di certificazione Casaclima R

Acqui Terme AL

Il Castelletto. Riqualificazione energetica, in fase di certificazione Casaclima R
Il Castelletto. Riqualificazione energetica, in fase di certificazione Casaclima R
Il Castelletto. Riqualificazione energetica, in fase di certificazione Casaclima R
Il Castelletto. Riqualificazione energetica, in fase di certificazione Casaclima R
Il Castelletto. Riqualificazione energetica, in fase di certificazione Casaclima R
Il Castelletto. Riqualificazione energetica, in fase di certificazione Casaclima R
Il Castelletto. Riqualificazione energetica, in fase di certificazione Casaclima R
Il Castelletto. Riqualificazione energetica, in fase di certificazione Casaclima R
Il Castelletto. Riqualificazione energetica, in fase di certificazione Casaclima R

L’edificio, risalente agli anni ’30, ha le sembianze particolari di un castello di modeste dimensioni, con piante articolate, spessi muri in pietra e laterizi, terrazze e balconi su vari livelli, una torretta merlata, formelle e capitelli decorativi. Quando la famiglia committente ha deciso di trasferirsi qui, ricavandovi due alloggi indipendenti, è stato inevitabile ristrutturare l’immobile, ripensando alla distribuzione interna degli spazi, alla loro gerarchia e ai flussi interni; è stata sentita da subito l’esigenza di risanare l’edificio anche da punto di vista energetico. Il desiderio dominante è stato quello di ottenere comfort e benessere indoor, non ultimo quello del risparmio economico sui consumi futuri. La ristrutturazione è diventata dunque, una sfida al risanamento energetico, condotto utilizzando quasi esclusivamente materiali naturali, e una sperimentazione del nuovo protocollo CasaClima R, specifico per i risanamenti. Lo sforzo progettuale per conciliare le esigenze abitative dei committenti con quelle normative e di efficientamento energetico, è stato notevole. L’edificio, di forma non compatta, con aperture numerose ed irregolari e molti sporti, con facciate in pietra a vista, ci ha fin da subito orientato per un isolamento termico dall’interno, richiedendo grande impegno in fase di progetto. La coibentazione di ogni ambiente è stata concepita come una scatola, isolando pareti e solai, al fine di risolvere i ponti termici esistenti, ogni nodo costruttivo è stato indagato con disegni di dettaglio e studiato con software specifici per controllare le temperature superficiali interne e simulare, in regime dinamico, l’andamento dell’umidità interstiziale o superficiale. La scelta dei materiali isolanti è ricaduta perlopiù su prodotti naturali con proprietà igroscopiche, quali la fibra di legno per pareti, solai e coperture, e gli intonaci in argilla, regolatori di umidità e ad alta inerzia termica, per le finiture interne. In alcuni casi sono stati impiegati materiali a bassissima conducibilità e spessore (aerogel) per risolvere ponti termici e preservare le altezze interne abitabili. Per garantire la corretta ventilazione degli ambienti senza inutili dispersioni termiche ed aiutare la regolazione dell’umidità interna, verranno infine installate due macchine per la ventilazione meccanica controllata ad alta efficienza, con recuperatore entalpico. Gli interventi in progetto porteranno ad una riduzione del fabbisogno di energia per riscaldamento pari al 79%. I lavori attualmente sono in corso.